NIKON D5000


Robusta, semplice ed innovativa.

La Nikon D5000 segna un passo importante nella fotografia reflex con l'inserimento di un monitor ad angolazione variabile che permette di effettuare fotografie non solo dalla classica ad altezza occhio, ma anche sollevando o abbassando fino a terra la fotocamera avendo così la possibilità di fare ottime inquadrature da angoli di ripresa inusuali. Il corpo macchina è più grande della serie D3000 e questo fa sì che si impugni più saldamente, che si traduce nella sensazione di avere in mano una fotocamera robusta ed affidabile. Sono stati inseriti ben 19 modi scena che aiutano moltissimo i fotografi che hanno il primo approccio con le reflex e che vogliono avere risultati professionali. Un importante traguardo sono gli ISO a 3.200 che può essere portato fino a  ISO 6.400 e grazie al sensore CMOS DX di 12,3 megapixel in aggiunta al processore di elaborazione EXPEED, si possono scattare fotografie almeno fino a ISO 1.600 senza che si noti alcun rumore.  Sempre con il monitor di 2,7 pollici utilizzandolo in Live view, si può sfruttare la messa a fuoco precisa sia in manuale che con 3 modalità di messa a fuoco che sono; Singolo (AF-S), Continuo (AF-C) e Automatico che non è altro che una selezione tra i primo due (AF-A). Ovviamente queste modalità di messa a fuoco sono utilizzabili anche senza Live view. Per una messa a fuoco veloce, vengono utilizzati 11 punti AF che con la velocità di scatto di 4 fps assicurano un ottimo risultato. Con la ghiera posta sulla parte superiore, si possono impostare 6 modi scena che permettono un veloce e facile utilizzo della fotocamera, oltre alle quali vanno aggiunte le impostazioni PSAM. La fotocamera dispone anche della funzione D-Lighting attivo che diminuisce il forte contrasto tra le luci troppo alte e quelle troppo basse con il conseguente bilanciamento che si traduce in una immagine gradevolmente armoniosa. C'è anche il sistema di riduzione della polvere sul sensore di immagine grazie ad un flusso d'aria ed alla vibrazione del filtro low-pass.
Ovviamente non si possono trascurare le ottiche che hanno reso celebre il marchio Nikon, però attenzione a quale utilizzate, quelle che sono compatibili al 100% con tutte le funzioni automatiche sono gli AF-S, con gli altri (AF tipo D o G) la messa a fuoco dovrà essere eseguita manualmente perché la fotocamera non dispone del motore interno per la messa a fuoco automatica, solo questa funzione non si può sfruttare perché per il resto gli automatismi funzionano benissimo.


ALCUNE CARATTERISTICHE
  • Sensore di immagine:     CMOS, 23,6 x 15,8 mm
  • Pixel effettivi:      12,3 milioni
  • Supporti:      Schede SD (compatibile con SDHC)
  • Tempo di posa:      30 - 1/4,000 e posa B
  • Modo di scatto:      S (Fotogramma singolo), sequenza e autoscatto
  • Sensibilità:      200-3.200 manuale e automatico, Hi 1 (Equivalenza ISO) in incrementi di 1/3 EV
  • Messa a fuoco:      AF singolo, AF continuo, M
  • Flash incorporato:      NG 17 circa a ISO 200
  • Sincronizzazione flash:      Fino a 1/200sec.
  • Formato file:      NEF (RAW) a 12 bit e JPEG
  • Dimensioni (L x A x P) [mm]:     Circa 127 x 104 x 80 mm
  • Peso:     Circa 560 g senza batteria e card di memoria

COSA MI PIACE
  • Leggerezza
  • Facilità di utilizzo
  • Immagini dettagliate dai colori brillanti
  • il monitor ad angolazione variabile

COSA NON MI PIACE
  • Se si utilizzano obiettivi non AF-S si perdono vari automatismi
  • Il monitor anche se innovativo e utile è scomodo

LE FOTO DELL'ARTICOLO
In ordine di inserimento con dati dello scatto, lente e luogo:
  •   49 mm  -     1/640sec.  -  f/14   -  ISO 200  (AF-S DX zoom 16-85mm 3,5-5,6) Fiumicino, Lazio, Italia
  • 160 mm  -  1/2500sec.  -  f/6,3  -  ISO 200  (AF-S zoom 28-300mm 3,5-5,6 VR) Fiumicino, Lazio, Italia
  • 300 mm  -  1/1600sec.  -  f/5,6  -  ISO 200  (AF-S zoom 28-300mm 3,5-5,6 VR) Fiumicino, Lazio, Italia







Commenti

Post più popolari