NIKON Z6 e Z7

Z6 o Z7? Questione di pixel? A voi la scelta.
La struttura e molte funzionalità sono le stesse per le nuove mirrorless della Nikon, ma tra di loro ci sono delle differenze alla base che influenzano le caratteristiche di una e dell'altra. Questa base è il pixel. La Nikon Z6 ne ha 24,5 milioni  mentre la Nikon Z7 ne ha 45,7 milioni. Apparentemente sembra che sia da preferire la Z7 perché ha circa 20 MP in più, ma questa preferenza si trasforma in un file molto pesante il che rallenta il processore per la elaborazione dei dati. La Z6, al contrario, avendo meno pixel utilizza il suo processore al meglio per avere caratteristiche migliori. 
La Nikon Z7 è adatta a chi è alla ricerca dello scatto con più dettagli possibili (45,7 MP), che però non ha bisogno di avere uno scatto continuo particolarmente elevato (9 fps)  e non ha bisogno neanche di una sensibilità ISO elevata (65-25600), mentre di contro la Nikon Z6 è adatta di più a che ricerca l'azione e che ha bisogno di uno scatto continuo elevato (12 fps) ed anche a chi è alla ricerca dello scatto perfetto ad ISO elevati in luce ambiente (100-51200) che può comodamente fare a meno di pixel elevati ma comunque di tutto rispetto (24,5 MP).
Sostanzialmente sono queste le differenze perché per il resto delle caratteristiche sono uguali. 
La vera rivoluzione secondo me, è data dalla nuova baionetta chiamata "Z-mount", molto più ampia della baionetta "F-mount" utilizzata per le reflex che si traduce in una minore distanza tra il sensore a pieno formato e la baionetta il che consente agli obiettivi, di inondare di luce il sensore per ottenere immagini nitide da bordo a bordo e la minor distanza tra la nuova baionetta ed il sensore ha fatto in modo da poter costruire una nuova fotocamera con dimensioni molto ridotte rispetto le reflex, senza però compromettere la qualità delle immagini. Altre caratteristiche salienti sono il mirino elettronico OLED nitido e di grandi dimensioni, il decentramento del sensore di immagine a 5 assi, utilizza le tecnologie Wi-Fi® e Bluetooth® integrate per il trasferimento dati ad un dispositivo smart, il monitor LCD posteriore basculante e touch-screen,  filmati in 4K-UHD a 30p. e molto altro ancora.
Insieme alle fotocamere, sono stati presentati 3 nuovi obiettivi che sono: il NIKKOR Z 24-70mm f/4 S, il NIKKOR Z 50mm f/1.8 S ed il NIKKOR Z 35mm f/1.8 S.  Sono i primi  di una lunga serie di obiettivi che verranno prodotti nei prossimi anni...        ...come nei prossimi anni? e se a me serve un teleobiettivo devo aspettare l'uscita di nuove ottiche e non si sa neanche quando?  Nessun problema, tra il 2019 ed il 2020 è prevista la commercializzazione di ben 9 obiettivi tra zoom ed ottiche fisse di cui un superluminoso NIKKOR Z 58mm f/0,95 S Noct, nel frattempo Nikon ha previsto un adattatore baionetta FTZ-mount per poter utilizzare tutti, ma proprio tutti gli obiettivi F-Mount prodotti dagli anni '50 ad oggi. A proposito di vecchi obiettivi non VR e non, essi possono usufruire del decentramento del sensore di immagine interno alla macchina per avere una riduzione delle vibrazioni per una migliore nitidezza però che non lavora su 5 assi come avviene con gli obiettivi Z Mount, bensì su 3 assi.
Per la prova ho utilizzato una Nikon Z6. Ho avuto già da subito una sensazione di leggerezza sia da parte del corpo macchina che da parte dell'ottica NIKKOR Z 24-70mm f/4 S. La fotocamera, nonostante le piccole dimensioni, dà una sensazione di robustezza ed affidabilità. Bene la leggerezza, bene anche l'approccio con la fotocamera con il menù molto intuitivo e facile da utilizzare sopratutto per chi già utilizza le reflex Nikon. Lo zoom invece, nonostante le qualità ottiche degne di portare il nome Nikon, mi ha dato la sensazione di avere tra le mani un obiettivo dalle caratteristiche strutturali come quelle di ottiche non propriamente professionali per via dell'uso di molta plastica, devo dire però a suo favore che non si può avere un'ottica leggera se si utilizza una scocca in metallo. Nonostante ciò, le plastiche utilizzate sono sono di elevata qualità, quindi resistenti e durevoli anche a seguito di un elevato utilizzo.

ALCUNE CARATTERISTICHE
  • Sensore di immagine:     FX   CMOS, 35,9 mm x 23,9 mm
  • Pixel effettivi:      45,7 milioni (Z7)      24,5 milioni (Z6)
  • Supporti:       Schede   XQD
  • Tempo di posa:      da 1/8000 a 30 sec. con step di 1/3 o 1/2 EV, posa B, posa T
  • Modo di scatto:   Fotogramma singolo, continuo a bassa velocità, continuo ad alta velocità, continuo ad alta velocità (esteso), autoscatto
  • Sensibilità:   ISO 100-51.200 manuale e automatico, Hi 1, Hi 2  (Z7)  /     ISO  100 a 51200 (Z6)
  • Messa a fuoco:     AF singolo (AF-S), AF-continuo (AF-C), AF permanente /AF-F) e Manuame (M)
  • Flash incorporato:      non presente
  • Sincronizzazione flash:     fino a 1/200sec.
  • Formato file:       NEF (RAW) compresso a 12 e 14 bit, TIFF (RGB) e JPEG
  • Dimensioni (L x A x P) [mm]:    134 x 100,5 x 67,5 mm circa
  • Peso:        675 g con batteria e card di memoria circa


COSA MI PIACE
  • Tutto, ma proprio tutto

COSA NON MI PIACE
  • Sono rimasto deluso dalla mancanza del doppio slot per le schede di memoria
LE FOTO DELL'ARTICOLO
Sono tratte dal sito della Nikon.







Commenti

Post più popolari